Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)

DCA

D.C.A. – Quando il cibo diventa una malattia prende il nome di anoressia, bulimia, obesità… Tra le vittime soprattutto i giovanissimi, e tra questi soprattutto le donne

Lasciamo da parte l’idea che il cibo ingrassa e accantoniamo per qualche minuto parole come “dieta”, “caloria” e “bilancia”, che ad ogni primavera tornano a tediare noi donne.

Quello che sappiamo sul cibo cambia, alle volte desue le mode delle diete, altre rimane ancorato a vecchie credenze, come quella legata al cioccolato, che si voleva come causa dei brufoli. Fortunatamente oggi lo conosciamo anche per la sua riserva di magnesioFosforo Ferro, per non parlare del suo potere antidepressivo e per il suo tocco afrodisiaco.

Ecco lasciamo da parte tutte queste dicerie, ed entriamo nel concetto di cibo come malattia.
Siamo nel campo dei disturbi del comportamento alimentare, abbreviati con l’acronimo DCA. Ad esserne vittime soprattutto i giovanissimi, 9 su 10 donne.

Parliamo di disturbi che sono impazziti nell’era post-moderna

Quella che ha proposto un ideale di bellezza che ci ha costretto ad entrare, pena l’esclusione, in una risicata taglia 40. Questo malessere, che all’inizio sembrava una “vezzo” per star dietro alla moda, nel corso degli anni si è trasformato in una vera e propria epidemia sociale, che sempre di più interessa l’intero Occidente e che vede coinvolti sempre più maschi. Anche se, a ben guardare, non si tratta di un disturbo nato nei nostri giorni: la principessa Sissi ne soffriva e ne mascherava bene i sintomi (pare che arrivasse a pesarsi anche tre volte in un giorno…).

DCA – Fame d’amore?

Spesso, e molto sbrigativamente, le malattie del comportamento alimentare sono classificate come “malattie dell’amore”. Ma in realtà quello che si cerca di comunicare è un disagio psicologico molto forte: sofferenze, abbandoni, maltrattamenti, lutti, abusi…  Un disagio che può portare anche a ripercussioni gravi, compromettendo la normale funzione degli organi interni, fino ad arrivare alla morte.

DCA – Qualche numero, cura e trattamento

Oggi si contano oltre 3 milioni di persone che ne soffrono. E tra queste più dell’80% ha subito abusi o maltrattamenti. Le più colpite sono le donne, adolescenti, bambine, ma anche donne adulte.
Una volta accertata la diagnosi (per il successo del trattamento sono fondamentali la diagnosi precoce), si procede con un approccio interdisciplinare per un trattamento tempestivo da parte di un’intera équipe di specialisti: medici, psichiatri, psicologi e nutrizionisti. Ma va sottolineato che il primo passo per guarire è la volontà del paziente di uscirne.

Oggi i disturbi del comportamento alimentare più diffusi sono l’Anoressia nervosa (AN), la Bulimia nervosa (BN) e l’Obesità.

 

Cristina Perrotti e Alessandra Esercitato

 

– > Per un approfondimento istituzionale visita il sito del Ministero della Salute

– > Per ulteriori informazioni visita il sito Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) o l’Associazione ABA – Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia, l’obesità e i disordini alimentari o FIDA – Federazione Italiana Disturbi Alimentari


Take Home Message:
DCA – Disturbi del comportamento alimentare. Quando il cibo è come una malattia. Ad esserne vittime soprattutto i giovanissimi, tra questi 9 su 10 sono donne. Spesso sono disturbi classificati come “malattie dell’amore”. Ma in realtà quello che si cerca di comunicare è un disagio psicologico molto forte, che nasce da abbandoni, maltrattamenti, abusi…  Indispensabile un trattamento tempestivo da parte di un’intera équipe di specialisti, fatta da medici, psichiatri, psicologi e nutrizionisti.

Tempo di lettura: 50”

Ultimo aggiornamento: 26 dicembre 2018

Voto medio utenti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here