Pasticche “gonfiabili” contro l’obesità

200017

L’ obesità è una delle più diffuse malattie del benessere, allo studio una tecnica diversa dal cosiddetto “palloncino”, ma che ne ricalca il principio: le “capsule gonfiabili”

Siamo abituati a pensare all’obesità come una delle più comuni patologie che colpiscono le popolazioni occidentali. Non è un caso che alcuni degli studi più approfonditi provengano dagli Stati Uniti (tasso di obesità al 38%).

È proprio dagli Stati Uniti infatti che proviene l’ultimo innovativo studio per trovare una soluzione efficace a questo problema di salute che coinvolge fortemente sia la sfera psichica che quella sociale.

La Washinton University School of Medicine di Saint Louis ha condotto uno studio clinico per la cura dell’obesità cronica. Sperimentando una tecnica diversa dal cosiddetto “palloncino”, ma che ne ricalca il principio in una formula più discreta: le “capsule gonfiabili”.

Le Capsule Gonfiabili

Nella realizzazione dello studio – condotto in 15 centri medici – sono state coinvolte persone con una massa corporea tra 30 e i 40 kg/m2 suddivise in due gruppi. Gruppo di somministrazione e gruppo di controllo, a cui è stato dato il placebo.

In realtà il placebo era un po’ più complesso del solito. I pazienti del gruppo di controllo dovevano ingoiare delle capsule, che poi attraverso un catetere venivano riempite di glucosio.

I pazienti a cui invece veniva somministrato il “farmaco vero” ricevevano lo stesso trattamento, cioè ingoiare 3 capsule – 1 ogni 3 settimane – ma al posto del glucosio ingoiavano delle capsule contenenti un pallone detto Obalon 6-Month Balloon System.

Subito dopo l’ingestione i “palloni” vengono gonfiati attraverso un catetere con 250 cc di azoto.

Gli esiti dello studio

I due gruppi, composti da 181 soggetti appartenenti al gruppo di controllo e 185 che invece hanno ricevuto il trattamento, sono stati monitorati per 18 mesi. Dopo questo periodo le capsule-pallone sono state rimosse per via endoscopica.

Nei soggetti che avevano ingerito le capsule contenenti azoto la perdita di peso è stata pressoché doppia rispetto al gruppo di controllo, precisamente del 6,81%

Questo dato è molto importante. Negli studi clinici di questo genere superare la soglia del 5% significa che il trattamento è efficace. Sotto il 5% le variazioni di peso potrebbero essere dovute a fattori esterni alla sperimentazione, come spiegato dall’autore dello studio Shelby Sullivan.

Non solo peso…

Gli autori dello studio hanno osservato come l’introduzione delle capsule-palloncino ha migliorato anche altri livelli ed indicatori della salute. Pressione sistolica, glicemia a digiuno, trigliceridiColesterolo LDL.

Si tratta di un ottimo inizio per una tecnica che deve essere ancora sottoposta ad approvazione da parte dell’FDA.

Le capsule gonfiabili non presentano le forti frizioni di altre tecniche contro l’obesità: sondino naso-gastric, pillole fecali. Forse una tecnica di questo tipo potrebbe avere più successo di altre.

Luana Longo
Farmacista

Take Home Message
L’ obesità è una delle più diffuse malattie del benessere, allo studio una tecnica diversa dal cosiddetto “palloncino”, ma che ne ricalca il principio: le “capsule gonfiabili”.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2020

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui