Colesterolo e trigliceridi – Gli esami utili

Sapevi che valori elevati possono anche essere trasmessi geneticamente? Per questo vanno tenuti sotto controllo!

Colesterolo e trigliceridiLe mie amiche Sabrina e Letizia sono due donne prossime ai quarant’anni. Sabrina è in sovrappeso, sedentaria, esce poco di casa, ama molto, forse troppo, mangiare. Letizia, invece, è sportiva, ha un fisico longilineo, è attenta alla dieta. Sono molto diverse, ma hanno una cosa in comune: valori elevati di colesterolo e trigliceridi.

Hanno deciso entrambe di rivolgersi al proprio medico. Per Sabrina l’approccio risolutorio prevede un cambiamento del suo stile di vita, migliorare il suo rapporto con il cibo e fare attività fisica regolarmente. Per Letizia la situazione è diversa, perché la causa del problema risiede nel suo DNA.

Sapevi che valori elevati di colesterolo e trigliceridi possono anche essere trasmessi geneticamente?

Quante volte abbiamo fatto le analisi del sangue dopo un periodo in cui avevamo esagerato con il cibo, pensando “adesso mi troverò il colesterolo e i trigliceridi alle stelle!”. Ciò è vero, ma solo parzialmente. Sicuramente ogni tipo di eccesso alimentare contribuisce ad alterare i risultati delle nostre analisi, tuttavia in alcuni casi entra in ballo la predisposizione genetica, la cosiddetta familiarità, per cui, nonostante le restrizioni alimentari a cui ci si sottopone sperando di far rientrare i valori, non si ottengono risultati apprezzabili. È appunto il caso di Letizia che, nonostante abbia uno stile di vita ai limiti della perfezione, ha valori di colesterolo e trigliceridi oltre la soglia di riferimento.

Colesterolo e trigliceridi sono i nemici del cuore e vanno tenuti sotto controllo.

Quando trigliceridi e colesterolo hanno valori superiori a 200 mg/dl aumenta il rischio cardiovascolare. Questo perché, queste sostanze, che hanno natura grassa, quando sono presenti nel sangue in concentrazioni eccessive, finiscono per depositarsi sulle pareti delle arterie formando placche tipiche dell’aterosclerosi. Per questo motivo è consigliabile, salvo diversamente indicato dal medico, effettuare una volta all’anno le analisi del sangue per tenere sotto controllo i fattori di rischio cardiovascolari.

Gli esami da fare sono:

  • ipercolesterolemia: per il colesterolo totale i valori normali sono fino a 200 mg/dl, per quanto riguarda il cosiddetto colesterolo cattivo “LDL” i valori ottimali sono sotto a 100 mg/dl.
  • ipertrigliceridemia: per i trigliceridi i valori normali sono fino a 200 mg/dl.
  • iperglicemia: per la glicemia i valori normali sono tra 70 e 110 mg/dl, misurata a digiuno. Valori più alti indicano diabete.

Perché colesterolo e trigliceridi aumentano?

Le cause che  ne provocano l’innalzamento sono:

  • consumo di cibi ricchi di zuccheri e grassi;
  • eccesso di alcol;
  • diabete non trattato;
  • fumo;
  • ipotiroidismo;
  • particolari cure farmacologiche.

Fonti:

Ospedale Bambino Gesù

Istituto Superiore di Sanità

Cristina Caramma

Take Home Message
Colesterolo e trigliceridi sono i nemici del cuore e vanno tenuti sotto controllo. In alcuni casi, valori elevati possono anche essere trasmessi geneticamente. Quando trigliceridi e colesterolo hanno valori superiori a 200 mg/dl aumenta il rischio cardiovascolare. Gli esami da fare sono: ipercolesterolemia;  ipertrigliceridemia e iperglicemia.

Tempo di lettura: 1’10”

Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here