Dermatite da Sudore: Cosa Fare per Farla Passare?

22811

dermatite da sudore

È tra i fastidi più comuni in estate. Ecco le cause e i rimedi della dermatite da sudore.

La dermatite da sudore è una reazione infiammatoria della pelle scatenata dall’azione irritante di un sudore eccessivo. Si manifesta con eruzioni cutanee che possono diventare pruriginose e maleodoranti. In genere, il rossore compare sulle zone più ricche di ghiandole sudoripare, nelle quali è maggiore la proliferazione di batteri e funghi che vivono sulla nostra pelle: ascelle, inguine, incavi di braccia e ginocchia.  Può interessare anche superfici più ampie, come il torace e la schiena.

Quali sono le cause della dermatite da sudore?

L’infiammazione si scatena quando la sudorazione è tale da ostruire i dotti escretori, impedendo così al sudore di fuoriuscire dai pori. Esistono dei fattori che possono aggravare l’irritazione, come:

  • un’attività fisica intensa;
  • l’utilizzo di creme e detergenti aggressivi e poco traspiranti;
  • abbigliamento aderente o inadeguato rispetto alla stagione;
  • sovrappeso;
  • condizioni di stress emotivo;
  • l’uso di alcuni farmaci;
  • il consumo di alimenti piccanti o speziati.

Quali sono i rimedi contro la dermatite da sudore?

I sintomi durano tanto quanto lo stimolo che li genera, dunque la prima cosa da fare è evitare di sudare in maniera eccessiva fin quando l’irritazione non sarà passata. Per attenuare i sintomi e per evitare che si aggravino è consigliato:

  • indossare vestiti leggeri e traspiranti, come quelli di cotone, evitando i tessuti sintetici (che trattengono l’umidità e il sudore);
  • tenere la pelle fresca e ben pulita, usando detergenti non irritanti ma con una componente antisettica per disinfettare le zone interessate;
  • evitare bagni e lavaggi troppo frequenti, perché la pulizia eccessiva può impoverire la pelle degli strati esterni che la proteggono;
  • evitare ogni forma di sfregamento della pelle, sia durante i lavaggi, sia durante l’asciugatura, a maggior ragione in caso di prurito;
  • cambiarsi spesso per evitare il contatto prolungato dei vestiti umidi con l’epidermide;
  • arieggiare spesso gli ambienti interni, in modo che non si avverta troppo il caldo;
  • per alleviare l’infiammazione e il prurito, utilizzare creme all’ossido di zinco e magnesio silicato, mentre sono vietate quelle troppo untuose;
  • per placare un prurito intenso, applicare sulle zone interessate impacchi freddi, eventualmente con aggiunta di camomilla;
  • prediligere cibi ricchi di fibre, vitamine e sali minerali, per reintegrare i liquidi persi col sudore, oltre che bere almeno 2 litri d’acqua al giorno.

Qualora questi accorgimenti non siano sufficienti, bisogna rivolgersi a un medico che indicherà la terapia più adeguata, come ad esempio una pomata con azione antibiotica e antimicotica.

Fonti:

Pagine Mediche

OK Salute e Benessere

Sapere Salute

Cristina Caramma

Take Home Message
La dermatite da sudore è tra i fastidi più comuni in estate. Si manifesta con eruzioni cutanee che possono diventare pruriginose e maleodoranti. In genere, il rossore compare sulle zone più ricche di ghiandole sudoripare. I sintomi durano tanto quanto lo stimolo che li genera, dunque la prima cosa da fare è evitare di sudare in maniera eccessiva fin quando l’irritazione non sarà passata.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2021

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui