L’armadietto dei medicinali

201321

armadietto dei medicinaliEssenziale, ordinato e ben custodito: sono i tre imperativi categorici che dovrebbero contraddistinguere il nostro armadietto dei medicinali, quella piccola farmacia domestica cui ricorrere in caso di emergenza.

Presente in quasi tutte le case degli Italiani

Secondo i dati dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) gli italiani sono fanatici della scorta di farmaci. E in effetti si tratta di una risorsa utile per i piccoli disturbi che richiedono il ricorso ai medicinali da automedicazione. Ma attenzione, perché l’armadietto fornito di tutto un po’ può diventare un’irresistibile tentazione a cimentarsi in un pericoloso fai da te: i medicinali, infatti, sono sostanze chimicamente attive, pertanto, vanno utilizzati solo quando risultano necessari e secondo le dosi e i tempi indicati dal medico.

Così, le compresse di antibiotico rimaste inutilizzate, al termine della terapia prescritta per l’estrazione di un dente, potrebbero non essere indicate per curare un fastidioso mal di gola o ancor meno un’infezione urinaria; inoltre, nel caso in cui si assumano già farmaci per terapie di lungo termine, per esempio, per problemi di ipertensione, colesterolo alto e allergie, è importante sentire il parere del medico di fiducia, per non correre inutili rischi di interazione farmacologica.

Medicinali da automedicazione, si diceva, e proprio questa categoria caratterizza l’essenzialità di un buon armadietto d’emergenza, in cui, oltre ai farmaci, non deve mai mancare il necessario per le medicazioni, disinfettante, compresse di garza e cerotti, oltre a ghiaccio istantaneo e termometro.

Quali farmaci è bene tenere in casa?

Oltre a quelli per le eventuali patologie croniche è sempre utile avere nel nostro armadietto dei medicinali:

  • Antipiretici o antifebbrili, come il paracetamolo, utile per fare abbassare la febbre alta;
  • Analgesici o antidolorifici: per contrastare condizioni che producono dolore di lieve e media intensità, come il mal di testa o i dolori mestruali; i FANS in gel o pomate sono indicati anche nel trattamento delle contusioni e dei traumi osteo-muscolari lievi;
  • Antiacidi: per neutralizzare l’acidità e il bruciore di stomaco;
  • Antiallergici. Per uso topico, da applicare localmente, formulati in crema, o come spray nasali e colliri. A seconda dei casi, possono aiutare ad attenuare le reazioni allergiche conseguenti a punture d’insetti o ad allergeni ambientali e stagionali come i pollini;
  • Contraccettivi d’emergenza. La pillola dei cinque giorni dopo (la versione più efficace della pillola del giorno dopo). Un farmaco senza obbligo di prescrizione che va assunta il prima possibile dopo un rapporto a rischio di gravidanza indesiderata. Per cui è bene tenerlo a portata di mano;
  • Un misuratore di pressione. Ne esistono diversi modelli: l’ideale è uno di quelli digitali, che sono più facili da usare.

 

A casa, ma mai a portata di mano

Dove e come vanno custoditi i medicinali della nostra farmacia domestica? Per la sicurezza dei bambini in primo luogo, è importante che i medicinali sia riposti in luoghi per loro inaccessibili. L’armadietto andrebbe chiuso a chiave o posizionato abbastanza in alto da non potere essere raggiunto dai piccoletti di casa: le pillole, multiformi e colorate come le caramelle, possono rappresentare un’attrazione letale per i piccoli esploratori.

Il luogo non deve essere troppo caldo, né troppo freddo, bene asciutto e al riparo dall’umidità, da fonti di calore e dalla luce. Vanno sempre verificate sia la data di scadenza, sia il foglietto illustrativo che indica la modalità di conservazione ottimale. La confezione, compreso il packaging, va mantenuta integra, con all’interno il suo bel bugiardino.

Di tanto in tanto, bisognerebbe ricordarsi di controllare i medicinali. Per smaltire negli appositi raccoglitori quelli scaduti o in cattive condizioni di conservazione. E per accertarsi di avere a disposizione i farmaci da automedicazione essenziali.

Dott.ssa Serenella Corvo

Fonti
 – Agenzia Italiana del Farmaco. Usa bene i farmaci. Guida per imparare a utilizzare correttamente i medicinali e conoscere i benefici degli equivalenti;
 – L’ABC del farmaco: il buon uso.

 



Take Home Message
Armadietto di medicinali – Essenziale, ordinato e ben custodito, sono questi i tre imperativi categorici che dovrebbero contraddistinguere il nostro armadietto dei medicinali. Tenuto al riparo dai bambini, andrebbero posizionati in alto e chiuso a chiave. I medicinali per l’automedicazione che non dovrebbero mancare sono gli antipiretici, gli antidolorifici, gli antiallergici… Tutti vanno conservati con il loro packaging originale e con il loro bugiardino.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2020

Voto medio utenti

1 commento

  1. Posso aggiungere anche la “”pillola del giorno dopo”” tra i farmaci da avere sempre a casa? Una decina di anni fa ho avuto una disavventura incredibile: mi ero separata da un paio d’anni e da qualche settimana uscivo con un uomo che mi piaceva parecchio, beh sul più bello ci si è rotto il preservativo e io sono entrata nel panico. Dopo ore di peregrinazione tra un pronto soccorso e l’altro, ho avuto la prescrizione e l’ho presa subito, ma con l’ansia di non averla presa in tempo e di trovarmi di lì a poco a fronteggiare altri problemi. Ovviamente sono favorevole anche a Ellaone senza ricetta, anzi meglio ancora perché è più efficace, a quel che ne so, ma credo che sia utile averla proprio in casa e pronta all’uso, non si sa mai!!!

  2. Grazie per il tuo contributo Gina! Buona giornata e seguici anche sui nostri Social (Facebook, Twitter, Youtube, etc.). … Redazione VediamociChiara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui