Menopausa fa Rima con Libertà!

200859

 Menopausa fa rima con libertà!

Libertà e menopausa vanno a braccetto…

Se oggi la menopausa non è più sinonimo di morte sociale e abbandono, allora perché i medici ci guardano ancora con quel riguardo rispettoso che si riserva ai malati terminali? Non sanno cosa disse nel 2010 Umberto Veronesi in proposito? Ricordiamolo qui, insieme a 5 conquiste delle 50enni, tutte da vivere!

Menopausa e libertà – Un prezioso insegnamento

Lo ammetto, fino a qualche anno fa, ingenuamente, pensavo che l’ingresso in menopausa fosse come oltrepassare una porta, una soglia. Nulla di filosofico, intendiamoci, una cosa terraterra, tipo: per qualche mese non hai più le rosse, un paio di vampate, un paio di notti insonni e… voilà!
E invece ho scoperto che non è così e che anzi può durare anche anni!

Oggi la menopausa non è più sinonimo di morte sociale e abbandono, anche se la fuori ci sono ancora i sostenitori del contrario, la mentalità sta cambiando. Per questo val la pena di ricordare il punto di vista di Umberto Veronesi, che nel 2010 disse qualcosa a metà strada tra l’Angelus del Papa e il discorso motivazionale del coach negli spogliatoi:

“Non abbiate paura della menopausa!”.

Chi si ferma è perduto

Del resto non ci si chiede neanche di sforzarci e di andare avanti come se nulla fosse cambiato. Perché in realtà cambiano molte cose. E qui la sintomatologia varia:

 

Menopausa e libertà – Si chiude una porta, si apre un portone

Non sono solo luminari dottori a farcelo notare, a guardar bene spesso è proprio così. Oggi le 50 anni sbandierano i loro super poteri. Ecco di seguito i primi cinque che ci vengono in mente:

  • La preveggenza
  • La capacità di lasciar andare tutto quello che non è importante
  • Stop al perfezionismo
  • Libertà dalla contraccezione. Zero rischio gravidanza, la menopausa è anche questo!
  • Libertà di innamorarsi. Di chi? Di un nuovo partner, ad esempio, ma non solo di nuovi amici, di un hobby, di un libro, di un animale… E anche di te stessa. Finalmente!

 

A ben guardare non poca roba, quindi è il caso di dire: “Menopausa, ergo sum”, una specie di mantra, da ripetere, con buona pace di Cartesio, la mattina davanti allo specchio! 😉

Redazione VediamociChiara
©️ riproduzione riservata

Take Home Message – Menopausa e libertà
Se oggi la menopausa non è più sinonimo di morte sociale e abbandono, allora perché i medici ci guardano ancora con quel riguardo rispettoso che si riserva ai malati terminali? Non sanno cosa disse nel 2010 Umberto Veronesi in proposito? Ricordiamoli qui, insieme a 5 conquiste delle 50enni. Tutte da vivere!

Tempo di lettura: 3′

Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2022

Voto medio utenti

4 Commenti

  1. sto sognando quel momento da almeno un paio di anni (ora ne ho 54), libertà soprattutto dagli assorbenti, non li sopporto più

  2. Non è stata una cosa facile da affrontare io ho avuto tutti i sintomi anzi alcuni ancora uno dei più noioso l’incontinenza urinaria le exstra sistole e ancora vampate a gogo l’unica cosa non ho preso chili ma ci ho fatto l’abitudine la combatto con la cura di me stessa

    • Rita la scelta di andare incontro alla tua menopausa con la cura di te stessa ci sembra la scelta migliore. TI facciamo i nostri complimenti.

      Continua a seguirci, continuiamo a fare eventi, online ma presto anche in presenza, nelle magiori città italiane. I nostri esperti rispondono alle domande e ai dubbi delle amiche che ci seguono.

      Rimaniamo in contatto, ok?

      😉

      Buon tutto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui