Il cuore delle donne è diverso da quello degli uomini

Il cuore delle donne e quello degli uomini sono diversi, ma non tutti lo sanno. Ecco le differenze e perché è importante la medicina di genere.

Le malattie cardiovascolari colpiscono in maniera diversa gli uomini e le donne. Di fatto, possiamo dire che il cuore delle donne è diverso da quello degli uomini. Perché diversi sono i fattori di rischio, i sintomi e anche le cure. Ciò rende necessaria una maggiore attenzione alla medicina di genere.

Contrariamente a quanto si pensa l’infarto del miocardio è una patologia più femminile che maschile.

Tanto da essere la prima causa di morte nella donna in tutti i paesi industrializzati. Colpisce in particolare le donne dopo i 50 anni: questo perché fino alla menopausa le coronarie delle donne hanno una specie di “ombrello ormonale” che le protegge. Le donne diventano ipertese e diabetiche prima degli uomini e basta fumare un terzo delle sigarette per avere gli stessi danni. Tutti elementi che aumentano il rischio cardiovascolare nelle donne.

Il cuore delle donne- Le differenze nei sintomi

Nelle donne la malattia si manifesta con dieci anni di ritardo rispetto agli uomini, ma quando si sviluppa avviene in maniera più grave. Il cuore delle donne è più suscettibile alle scariche adrenergiche provocate dalle forti emozioni e nell’infarto non compaiono i tipici segnali riportati dagli uomini. Ad esempio, a differenza degli uomini, le donne accusano dolore al petto solo in uno stadio molto avanzato.

Il cuore delle donne- Le differenze nelle terapie

Le donne sono spesso attente alla salute del proprio nucleo familiare ma meno alla propria. Non solo hanno sintomi diversi, ma spesso non danno peso ai sintomi, arrivano dal cardiologo quando il problema è più serio e quindi più difficile da trattare e seguono meno le terapie. Inoltre, si ammalano in età più avanzata rendendo più difficile il successo della terapia.

In più, la medicina attuale è stata costruita a “misura d’uomo” nella definizione dei fattori di rischio, negli studi clinici e nella sperimentazione di farmaci.

La maggior parte dei farmaci usati per la cura delle malattie cardiovascolari sono stati studiati prevalentemente nell’uomo anche per quanto concerne il dosaggio. Questo può risultare penalizzante per il successo delle terapie nelle donne. Tutto ciò rende necessario una maggiore attenzione alla medicina di genere.

Fonti:

Humanitas

Ministero della Salute

Corriere.it

Cristina Caramma

Take Home Message
Il cuore delle donne e quello degli uomini sono diversi. Nelle donne l’infarto si manifesta con dieci anni di ritardo rispetto agli uomini e con sintomi differenti. Inoltre, la maggior parte dei farmaci usati per la cura delle malattie cardiovascolari sono stati studiati prevalentemente nell’uomo. Ciò può risultare penalizzante per il successo delle terapie nelle donne.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2020

Voto medio utenti

3 Commenti

  1. proprio l’anno scorso ho perso una casa amica a causa di un infarto. anche per le donne andrebbe aumentata l’informazione e la prevenzione, ancora troppo spesso si pensa che sia un problema maschile, quando non è vero!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui