Le risposte della sessuologa alle domande raccolte all’evento “50 sfumature di donna”

201295

50sfumaturedidonna_Pezzela_incontri_emi_privatiLe risposte della sessuologa alle domande raccolte durante l’evento “50 sfumature di donna”

Le risposte della sessuologa – Pubblichiamo qui di seguito le risposte della dott.ssa Patrizia Pezzella, psicologa e sessuologa di VediamociChiara, alle domande formulate dalle partecipanti alla II edizione dell’evento firmato VediamociChiara “50 sfumature di donna”, che si è svolto a Roma sabato 8 aprile 2017.

Le risposte prendono spunto da alcuni quesiti, ma più donne possono riconoscersi in queste stesse domande. Proviamo così a dare risposte generiche poiché online non è possibile fare una diagnosi di nessun disturbo e ancor meno dare indicazioni di terapie psicologiche.

(Qui trovi le risposte alle domande della precedente edizioneche si è svolta a Milano, il 22 maggio 2016).

 – Avete parlato di “seconda volta” ed è proprio il mio caso. Ho 51 anni, da 3 ho un nuovo compagno, e benché l’affetto sia molto forte, non ho più il desiderio che avevo da ragazza. È legato all’età oppure lui non mi piace più?

Cara 51enne, c’è chi con la menopausa avverte un calo del desiderio sessuale. Accanto al desiderio sessuale può aggiungersi  una minore eccitazione, e talvolta anche la mancanza di orgasmo. Tutto ciò si riflette in modo circolare sul desiderio sessuale stesso, che tende progressivamente a diminuire. È certo che la causa è biochimica (carenza degli estrogeni), ma non possiamo delegare solo agli ormoni femminili il calo o la perdita del desiderio sessuale in menopausa.

È importante inquadrare il tutto caso per caso e nella relazione con il proprio compagno. Il primo passo è di  parlarne con il partner e provare a condividere con lui alcuni momenti giocosi di intimità, arricchendoli di qualche novità o magari usando un olio per massaggiarsi  (aumenta l’eccitazione) e aspettare che scatti la “scintilla” e intanto abbandonarsi alla passione.

Le ricerche indicano che quando il desiderio è latitante, dopo i 50 anni bisogna evitare che diventi un ricordo sbiadito… È bene anche domandarsi se dal partner non si desideri qualcos’altro e in questo caso provare a chiederglielo.

Molti auguri.

 – Io ho compiuto 50 anni qualche mese fa. Mia madre a questa età aveva già “tirato i remi in barca”. Io non vorrei fare lo stesso. Oltre ad essere venuta qui oggi, avete qualche buon consiglio.

Le risposte della sessuologa – Cara 50enne, hai ragione non è il momento di “tirare i remi in barca”! Bisogna invece prendere il largo e navigare almeno per 30 /40 anni di avventure! La cinquantenne di oggi non è quella delle nostre mamme o nonne. Con la giusta attenzione al cibo, all’attività fisica, alla prevenzione di alcune malattie e disturbi, in sintesi seguendo uno stile di vita adeguato, la menopausa – in versione spirituale e psicologica della esistenza – equivale a migliorarsi ed anche a godersi di più la vita. Quando si è più giovani la vita è tutta una corsa (casa, lavoro, marito, figli piccoli). Ora ci si può dedicare un po’ più tempo a sé stessa… e tutto ci guadagna!

Augurissimi.

– Ho festeggiato da poco le nozze d’argento. Ci amiamo come prima, ma mi rendo conto che c’è bisogno di riaccendere un po’ la fiamma… Qualche consiglio per una coppia di 50enni?

Le risposte della sessuologa – Cara amica che hai festeggiato le nozze d’argento, un record lo hai già raggiunto. Complimenti!

Per accendere la fiamma con tuo marito e usare qualche “aiutino” in camera da letto,  innanzitutto convincersi di essere desiderabili agli occhi dell’altro. È il caso quindi di riscoprire la propria femminilità valorizzandosi ai propri occhi e così anche agli occhi del partner con una maggiore cura del proprio corpo e indossando biancheria intima curata. A ciò si possono aggiungere preliminari più lunghi. Evitare la routine. Per ravvivare il rapporto,  curare l’ambiente con l’atmosfera giusta. Inviarsi qualche SMS hot. Incoraggiare il piacere anche con le parole. Prova anche leggere ciò che suggerivo in un articolo su come recuperare le eventuali amnesie del desidero.

Mille auguri e aspettiamo le tue nozze d’oro!

 – Come faccio a far capire al mio partner che la mia sensibilità è cambiata? Mi spiego: prima era tutto facile e il mio corpo poteva andare avanti per ore, con orgasmi multipli e tanto piacere. Ora, anche se continua a piacermi e molto, non riesco più a fare sesso a lungo come prima (deve essere un po’ tipo “buona la prima”), cerco di farglielo capire, ma proprio non riesco a dirglielo, perché temo che possa prenderlo come un rifiuto.

Le risposte della sessuologa – Cara amica, la difficoltà che provi è comune a molte donne in menopausa. Il partner spesso ignora i cambiamenti che avvengono nel corpo della donna, e la donna preferisce non parlargliene. Prova a rassicurarlo sul fatto che ti piace ancora e che il tuo desiderio verso di lui non è cambiato per te, ma al desiderio immutato di lui non corrisponde più la tua stessa risposta fisica. Ciò eviterà di farlo sentire rifiutato. Il piacere in questa fase della vita della donna può risultare più sfumato. Gli incontri intimi non devono rimpiangere nulla della giovinezza. Il tempo e l’età più adulta consentono una maggiore consapevolezza di se stesse e dei propri bisogni. Il benessere e l’intimità della coppia migliora attraverso una confidenzialità, che la donna non deve temere di poter costruire, dacché il fattore relazionale influenza la salute sessuale della coppia.

Moltissimi auguri!

 – È cambiato il quadro delle mie fantasie sessuali, ne ho di meno e quindi ho meno voglia di prima, c’è qualcosa che posso fare o qualche farmaco che posso prendere?

Le risposte della sessuologa- In menopausa può accadere che si modifichino le fantasie erotiche. L’immaginario erotico risente della libido modificata dalla variazione degli ormoni (androgeni, estrogeni, Ossitocina, Dopamina).

Sentirsi seduttivi può facilitare la fantasia erotica e influenzare la libido della donna secondo il modello circolare della  sessualità come ci insegna la ricercatrice  in sessuologia R. Basson. Esistono farmaci e rimedi fitoterapici a tale scopo, ma solo il ginecologo, al quale le suggerisco di rivolgersi, può valutarne il beneficio e prescriverli.

Mille auguri!

 
Dott.ssa Patrizia Pezzella Psicologa, psicoterapeuta, perfezionata in Sessuologia clinica per Redazione VediamociChiara
© riproduzione riservata

Puoi contattare direttamente la dott.ssa Patrizia Pezzella
www.terapiasedutaunica.it
www.vaginismoroma.it

Take Home Message
Le risposte della sessuologa alle domande raccolte all’Evento “50 sfumature di donna” – Si tratta delle risposte della dott.ssa Patrizia Pezzella, psicologa e sessuologa di VediamociChiara, alle domande delle partecipanti alla II edizione dell’evento “50 sfumature di donna”, che si è svolto a Roma sabato 8 aprile 2017.

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 4 giugno 2020

Voto medio utenti

1 commento

  1. Gentilissima dottoressa Patrizia, ero presente all’evento di aprile (50 sfumature di donna) ed ho anche avuto la fortuna di assistere all’incontro semi privato con lei.Tra queste domande c’è anche la mia… Ci tenevo a dirle che apprezzo il suo suo modo di entrare in relazione con la persona che ha davanti. Il suo tatto ma anche la sua schiettezza. Grazie ancora per questo ulteriore approfondimento. Sper di aver modo di incontrarla di nuovo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui