Candida… Perenne convivenza?

Candida... Perenne convivenza?

Candida. Una perenne convivenza?

I microbi e i batteri ai giorni nostri non hanno vita facile: disinfettanti, sterilizzanti, mascherine… Un terrore generale dilaga tra gli umani. Terrore ingiustificato, se è vero che è dalla nascita in poi che viviamo immersi in un universo di microbi e batteri. E questa convivenza si caratterizza per un rapporto di mutuo soccorso di vitale importanza.

Questa premessa per dire che tra i tanti microbi, batteri, funghi, la candida (fungo saprofita appartenente alla famiglia dei miceti che proliferano in ambiente acido, pH=4, ricco di zuccheri e amidi), non è qualcosa estraneo al nostro corpo. Esattamente il contrario. Il più diffuso, la Candida albicans, come altri funghi fa parte della flora batterica presente nel nostro organismo: cavo orale, gastrointestinale, pelle, vagina. Ma perché è nel nostro corpo vi chiederete? Perché svolge funzioni precise, come coadiuvare i processi metabolici, biologici e di digestione di zuccheri.

Fra le diverse specie di Candida la Albicans è la responsabile dell’85-90% delle infezioni

Si tratta di infezioni che si verificano in situazioni patologiche, ad esempio a causa del diabete mellito, o deficit immunitari, oppure in seguito a cure farmacologiche a base di antibiotici cortisonici.

Ma la candida si può anche trasmettere per via sessuale

La Candida è infatti una delle malattie a trasmissione sessuale, MST. Si tratta di una delle infezioni genitali più frequenti. Si calcola che circa ¾ delle donne vada incontro nella vita ad almeno un episodio di candidosi genitale e circa la metà di queste presenta infezioni da recidiva, per colpa delle quali questa torna e ritorna più volte durante l’anno.

Durante l’estate raggiunge dei numeri così alti che viene definita “la piaga dell’estate”

Questo perché, soprattutto a causa dei rapporti sessuali promiscui, senza uso di preservativo. Un circolo vizioso, dovuto anche al cosiddetto effetto ping-pong: quando l’uomo portatore sano dell’infezione si rifiuta di procedere nella terapia locale di coppia perché asintomatico e, così facendo, la ritrasmette più volte alla partner. Per questo sottolineiamo l’importanza delle cure, sia locali che sistemiche e di coppia, nel medesimo tempo terapeutico.

Per tutte le donne che desiderano un bambino o lo stanno già aspettando…

Per le donne che hanno messo in cantiere un figlio, sottolineiamo anche l’importanza del tampone vaginale di controllo. Le vaginosi batteriche e micotiche infatti, possono stimolare un parto pre-termine, provocare la rottura intempestiva delle membrane amniotiche (rottura precoce del sacco amniotico) e produrre un basso peso neonatale alla nascita.


Cosa fare per prevenire le infezione da candida?

  • Alimentarsi in maniera corretta – No all’uso eccessivo di zuccheri, carni e pesci stagionati, affumicati, in scatola e affettati, lieviti (pane, pizza, focaccia, biscotti, crackers, ecc…), pasta e farinacei raffinati di ogni tipo, latte e latticini pastorizzati alcolici, frutta secca oleosa ed essiccata, bibite gassate, cibi industriali, caffè e tè
  • Igiene intima specifica e personalizzata che tenga conto dell’età e delle condizioni ormonali
  • Svuotare la vescica prima e dopo ogni rapporto sessuale per evitare irritazioni e allontanare possibili agenti infettivi
  • Evitare di trattenere per lungo tempo le urine
  • Migliorare la quota di acqua bevuta fuori pasto nella giornata: 1 libro e mezzo da distribuire nell’arco della giornata. Quindi bere poco, ma costantemente
  • Mantenere il più possibile un corretto ritmo della defecazione – questo perché stitichezza e diarrea favoriscono le infezioni urinarie
  • Evitare rapporti non protetti
  • Evitare rapporti troppo prolungati o ripetuti che meccanicamente infiammano le basse vie urinarie
  • Evitare il più possibile l’utilizzo di sostanze lubrificanti vaginali specie quelli a  pH acido che possono irritare anche le basse vive urinarie
  • Evitare l’utilizzo di antibiotici, antidolorifici e/o antinfiammatori non specifici e ripetuti

Fonti: “Candidosi cronica, la malattia del XXI secolo” – Articolo della dott.ssa Sabrina Anna Nervi, Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia Uroginecologia

Cristina Perrotti

Take Home Message
Candida… Perenne convivenza? – La candida, un fungo della famiglia dei miceti, come altri funghi fa parte della flora batterica presente nel nostro organismo. Nel cavo orale, gastrointestinale, pelle, vagina. In particolare la Candida albicans è la responsabile della 
candidosi genitale femminile, che per metà dei casi produce anche episodi da recidiva. Come curarla evitando anche l’effetto ping-pong con il partner?

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2018

Voto medio utenti

1 COMMENTO

  1. tra i consigli della dottoressa leggo quello di bere molto, non posso che confermare! da quando ho iniziato a prendere il “”vizio”” di bere di più la mia situazione si è andata normalizzando, è anche vero che sto lontana dagli antibiotici, che hanno sempre peggiorato la mia situazione. GRzie per i vostri articoli.

  2. davvero mi auguro che non sia perenne, parlerò con il mio medico, ultimamente la mia situazione mi sembra peggiorata…. grazie!

  3. Grazie a te Franca! Siamo felici che tu sia riuscita a risolvere il problema. Continua a seguirci. Buona giornata … Lucilla Redazione VediamociChiara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here