Depurazione e Dieta Vegana

Depurazione e dieta vegana

La dieta vegana, oltre a dettare regole che riguardano gli aspetti alimentari, incide anche sullo stile di vita di un individuo

Esclude infatti il consumo e l’utilizzo in tutti gli ambiti di qualsiasi sostanza, materiale, capo di abbigliamento o decorazione di origine animale.

I motivi per i quali la dieta vegana sta riscuotendo successo sono diversi

Alcune religioni/filosofie orientali per esempio non consentono il consumo di prodotti animali, per cui, la conversione è quasi automatica. Per altri il motivo è puramente “etico”. Ma alla base della dieta vegana vi è soprattutto un forte rispetto verso tutte le forme di vita viventi, che estende il “diritto alla vita” anche verso le creature del mondo animale.

Depurazione e dieta vegana – La dieta vegana si basa sull’utilizzo di prodotti di origine vegetale 

Pertanto prescinde da ogni rischio legato ai cibi derivanti dagli animali: dislipidemie, coronopatie, iperuricemie etc.

Il regime alimentare utilizzato dal medico statunitense Mc Dougal è ispirato alla dieta vegana per combattere molte delle patologie che sono riconducibili ad una alimentazione scorretta o poco equilibrata; si tratta di uno schema dietetico ipocalorico ad altissimo contenuto di fibre, caratterizzato dall’apporto di:

  • 75-87% di carboidrati;
  • 6-15% di proteine (dal valore biologico compensato tra cereali e legumi);
  • 5-10% di grassi ( 100% intrinseci degli alimenti vegetali).

Anche altri medici come Mark e Virginia Messina sostengono fortemente il salutismo indotto dalla dieta vegana. Essi affermano che può essere ridotto il rischio cardiovascolare abbattendo la quota di tutti i grassi apportati con l’alimentazione. Consigliano quindi di evitare totalmente gli alimenti di origine animale. Ma anche tutti gli alimenti di origine vegetale oleosi (frutta secca, olive) o comunque grassi (come il tofu).

Depurazione e dieta vegana – Il rischio cardio-vascolare associato alla dieta vegana è sicuramente minore

Questo rispetto ad una dieta tradizionale, perché contiene Grassi saturi e  Colesterolo. Ma ciò non toglie che tutte le altre carenze nutritive aumentino in maniera importante il rischio di altre complicanze legate alla salute. Tra queste ricordiamo: anemia perniciosa e sideropenia, osteoporosi, ipotiroidismo, neuropatie e spina bifida nel feto.

E’ importante precisare che un regime alimentare come quello adottato dai vegani è assolutamente in disequilibrio con le reali necessità dell’essere umano. Quindi dannoso nel lungo termine. A causa della mancanza di alcune sostanze importantissime per il nostro organismo, quali Vitamina B12Vitamina DCalcioFerro Zinco, la dieta vegana non è una dieta consigliabile in periodi “delicati” della vita come l’infanzia, l’adolescenza, la gravidanza, l’allattamento e la terza età.

Depurazione e dieta vegana – Si consiglia quindi di intraprendere una dieta vegana per brevi periodi

Magari in seguito a eccessi alimentari dovuti a particolari occasioni o se si sente la necessità di “depurarsi”. Richiede però sempre un’attenta supervisione medica in grado di prevenire o colmare eventuali carenze alimentari attraverso l’uso ponderato di integratori specifici ed alimenti fortificati.

Redazione VediamociChiara

Take Home Message
Depurazione e dieta vegana – La dieta Vegana è consigliata per combattere molte patologie. Soprattutto quelle che sono riconducibili ad una alimentazione scorretta o poco equilibrata. Come i rischi cardio-vascolari. 

Tempo di lettura: 1’

Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2019

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here