Menopausa? La musica è cambiata!

Menopausa? La musica è cambiata!

Menopausa? La musica è cambiata!

Di questi tempi, per le donne, la musica sembra davvero cambiata (Cheese… Click!).

Pensate, una volta ci vergognavamo persino a parlare del ciclo mestruale (Auch!). Oggi invece non è difficile incontrare giovanissime donne che, senza colpo ferire, quasi si vantano di avere le mestruazioni.

Ma una cosa molto simile mi sembra stia succedendo con la menopausa. Avete notato anche voi? In palestra, proprio l’altro giorno, ho sentito due donne intente a parlare (Bla, bla, bla) della loro menopausa. La cosa mi ha in qualche modo tranquillizzata. Perché?

Perché è giusto che se ne parli

Perché proprio come per il parto, ciascuna ha voglia di raccontare e condividere la sua esperienza, che è diversa da donna a donna (spesso molto diversa). Per questo si fa sempre più spesso riferimento alle menopause, al plurale, piuttosto che alla menopausa: oggi sappiamo che ce n’è una per ogni donna.

Se quindi una volta negli spogliatoi ci scambiavamo consigli sul ciclo (Cosa fare per i dolori? Quali assorbenti preferire, con le ali o senza?), oggi che l’età è cambiata il tema è un altro: ci si scambia pareri, esperienze, sui cambiamenti dovuti all’età di mezzo, e poi tutte a fare gli addominali (Anf anf e Puff puff), che chi si ferma è perduto, ops! perduta!

Ma in questo si nota molto la differenza generazionale. Tra le mie amiche più grandicelle ad esempio, se durante l’aperitivo (Glu glu) parlo del mio ingresso in menopausa, si affrettano a bacchettarmi con una serie di “Ma piantala!”, tagliando corto e cambiando discorso (Slam). Tra le mie amiche coetanee invece, il tema è motivo di condivisione (Fiu!): di esperienze, di strategie, di soluzioni vincenti (comprese quelle per la secchezza vaginale, che forse tra tutti i sintomi è quello che più di altri ancora ha bisogno di essere sdoganato (Sob!).

L’orgoglio fa 50!

Che età quella dei 50! Fa sempre un po’ impressione, ma avete notato che anche il nostro rapporto con l’età è cambiato? Ora è con orgoglio che diciamo quanti anni abbiamo! Forse perché abbiamo capito che, rispetto alle nostre mamme, a noi è andata bene a nascere in questa epoca, in cui questa rivoluzione tutta rosa ci sta restituendo quello che ci meritiamo: possibilità, ascolto e considerazione. Ovvero spazi (Wow!).

Sì, è vero, l’attrice americana di 60 anni nei film italiani ha la voce di una donna di si e no 30 anni (Sgrunt!). Ma ne abbiamo viste (e sentite) talmente tante che crediamo che la rivoluzione in corso possa arrivare anche nelle sale di registrazione (eheh!).

E gli uomini? Che fanno nel mentre? Prestiamo orecchio, perché anche da quelle parti le cose stanno cambiando… (Smack!).

Fonte: Il mio piccolo segreto

 

Cristina Perrotti

 

 

Take Home Message
Menopausa? La musica è cambiata! – Se una volta la menopausa era equiparata alla pensione emotiva e sessuale di una donna, oggi si parla di rinascita. Intorno a noi troviamo spazi per condividere questo periodo di passaggio, con più facilità e con la certezza, che le nostre mamme non hanno avuto, che tutte le nostre richieste troveranno spazi di ascolto e soluzioni, anche per quei sintomi più difficili, anche da raccontare, come la secchezza vaginale.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2018

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here