Guerra alla stitichezza (anche in menopausa)

67629

Guerra alla stitichezza (anche in menopausa)

Gli ormoni sono fondamentali per stare bene. Sappiamo che succede quando questi iniziano ad andare in “pensione”. Quante cose infatti cambiano con l’ingresso in menopausa? I piccoli segnali di allarme che si accendono nei diversi organi vanno colti, perché è li che dobbiamo imparare a concentrare la nostra attenzione. Anche per fare una sana prevenzione

La menopausa a volte può non essere un’esperienza facile, sia dal punto di vista psicologico che fisico. Ogni donna la vive a modo suo, con il suo bagaglio più o meno grande di sintomi (vampate, aumento di peso, insonnia, dolori articolari, secchezza vaginale, etc.). A queste, e come se non bastasse già, vanno aggiunti anche problemi intestinali.

Come tutti gli altri organi del corpo, anche l’intestino “sente” la menopausa*). Quando gli ormoni mancano, la regolarità sparisce. Le conseguenze più evidenti sono:

  • Pancia gonfia (un must del look Menopausa!)
  • Fatica a digerire
  • Rallentamento della peristalsi

Dietro a questi sintomi c’è un cambiamento anche nel microbiota, l’ecosistema intestinale. Anch’esso sensibile agli ormoni e alla menopausa.

Stitichezza in menopausa – In aiuto una dieta su misura!

Una formula semplice (per chi non è una dipendente del dessert!) ci arriva dalla Fondazione Umberto Veronesi:

  • Meno carne
  • Meno dolci
  • Più frutta e verdura
  • Più cereali integrali (ricchi di fibre, per almeno 30 grammi al giorno)

In particolare i cerali integrali, oltre a facilitare il transito intestinale, aiutano a percepire più velocemente la sensazione di sazietà: un modo utile, quindi, per mangiare sano, in modo soddisfacente e contenere le porzioni (e l’aumento di peso!).

Stitichezza in menopausa – L’acqua, amica della salute femminile

C’è chi trova giovamento con un mezzo limone spremuto in un bicchiere di acqua tiepida, da bere al mattino. Chi dal kiwi (da mangiare sempre al mattino). Chi da tanta verdura… I rimedi per contrastare la stitichezza non mancano. Ma oltre al cibo c’è anche la sola e semplice acqua, che non deve mai mancare. E il numero segreto, che ci arriva sempre dal sito della Fondazione Veronesi, è il numero 8. Tanti infatti sono i bicchieri di acqua da bere in modo armonioso nell’arco della giornata. E se non gradite l’acqua potete sempre optare per tisane, con erbe aromatiche, infusi etc.

Stitichezza in menopausa – Il movimento, amico dell’intestino e della forma fisica

L’esercizio aerobico di resistenza (ad es. camminata veloce, corsa, bicicletta, nuoto, etc.) consente di ridurre la massa grassa attraverso il consumo calorico durante l’esercizio fisico.
 L’esercizio di potenziamento muscolare, invece, consente di aumentare la massa muscolare e consumare più calorie attraverso un aumento del metabolismo basale nelle 24 ore successive all’esercizio.

Scegliete la vostra attività preferita e dedicategli, tutti i giorni, non meno di 30 minuti! Oltre all’intestino ne gioverà anche il vostro metabolismo!

Approfondimenti per Stitichezza in menopausa:

 

Cristina Perrotti

 

Take Home Message 

Gli ormoni sono fondamentali per stare bene. E bene dappertutto. Quante cose, piccole e grandi cambiano con l’ingresso in menopausa? Anche l’intestino entra in menopausa. Ma le soluzioni non mancano: dieta, acqua e movimento, efficaci per contrastarla.

Tempo di lettura: 1′

Ultimo aggiornamento: 26 dicembre 2020

Voto medio utenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui