lunedì, 27 Maggio 2024

Zucchero o sale: quale fa meno male?

Scarica il podcast dell'articolo

zucchero o sale

Sappiamo che un consumo eccessivo di zucchero o sale è dannoso per la nostra salute.

Ma, dovendo scegliere, quale dei due fa meno male? Scopriamolo.

C’è chi non rinuncerebbe per nulla al mondo a un invitante dolce e chi, invece, preferisce di gran lungo il salato. Ciò che è certo è che zucchero o sale rendono più gustosi tutti i cibi che mangiamo.

Purtroppo, però, un loro consumo in eccesso fa male. E non solo alla nostra linea, ma anche alla nostra salute. È, infatti, associato a un rischio maggiore di diverse malattie croniche. Per questo motivo, gli esperti raccomandano di limitarne l’uso.

Quanto dovremmo consumarne?

In media, al giorno vengono consumati circa 10 g di sale. Ma, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la giusta quantità di sale da consumare giornalmente è di 5 grammi, ossia un cucchiaino da tè.

Per lo zucchero, la dose consigliata è non più del 5% del consumo energetico totale (che corrispondono in un adulto a circa 25 grammi o 6 cucchiaini al giorno). La quantità media consumata, invece, è di circa 74 g (quindi 3 volte di più rispetto a quella raccomandata dagli esperti!)

Zucchero o sale: quale fa meno male alla nostra forma fisica?

Per quanto riguarda il sale, se superi di 1 g la razione giornaliera consigliata aumenti del 26% il rischio di obesità. Se consumi 0,5 g meno di quanto raccomandato, invece, aumenti la resistenza all’insulina, che a sua volta può farti prendere peso.

D’altro canto, chi ricava il 10% della propria energia quotidiana dallo zucchero ha il 54% di probabilità in più di essere sovrappeso. Inoltre, il fruttosio delle bevande gassate inibisce la leptina (l’ormone della fame), aumentando l’appetito.

E per lo sport?

Vuoi partecipare a una maratona? Un integratore di sale ti aiuta a ridurre di 26 minuti il tuo tempo, mantenendo stabile la pressione necessaria per trasportare nell’organismo acqua e sostanze nutritive.

Secondo i risultati di uno studio condotto dall’Università di Birmingham, d’altra parte, se assumi un mix di glucosio e fruttosio ogni 15 minuti durante una gara fai il pieno di energia e aumenti la velocità del 19%.

Quale fa meno male al cuore?

Se consumi troppo sale, il sodio in più richiama notevoli quantità di acqua, causando ritenzione idrica e ipertensione arteriosa con aumento del rischio per alcune malattie cardiovascolari e renali.  Ad esempio, se consumi 8 g di sale al giorno alzi del 10% il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari. C’è da dire, però, che se ne consumi meno di 3 metti comunque a rischio il cuore.

Per quanto riguarda lo zucchero, se ricavi da esso il 20% della tua energia, alzi la pressione sanguigna e aumenti del 38% il rischio di malattie cardiache, anche se non sei in sovrappeso.

Zucchero o sale: quindi quale fa meno male?

In conclusione, fermo restando che un loro uso eccessivo va assolutamente evitato, possiamo dire che, dovendo scegliere, probabilmente è meno dannoso il sale.

Fonti:

Organizzazione Mondiale della Sanità

Redazione VediamociChiara
© riproduzione riservata

Take Home Message
Sappiamo che un consumo eccessivo di zucchero o sale è dannoso per la nostra linea e per la nostra salute. Per questo motivo, gli esperti raccomandano di limitarne l’uso. Considerando vari aspetti, però, dovendo scegliere, probabilmente il sale fa leggermente meno male.

Tempo di lettura: 55 secondi

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2024

Voto medio utenti

Hai una domanda da fare? Scrivi alla nostra ginecologa

Se l’argomento ti interessa iscriviti a VediamociChiara per ricevere ogni mese tutti gli aggiornamenti sulle nostre novità e sui nostri eventi gratuiti

Scopri la convenzione con i farmacisti di RedCare riservata alle iscritte a VediamociChiara

Lascia un commento

 Seguici anche sui nostri nuovi profili social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors